BAGGI

Acquisizione dati

VISUALIZZAZIONE, MEMORIZZAZIONE ED ELABORAZIONE DI SEGNALI ANALOGICI, DIGITALI E/O IN FREQUENZA RILEVATI DA SENSORI CON:
  • STRUMENTI STAZIONARI / PORTATILI E CERTIFICATI EX
  • SISTEMI COMPLETAMENTE CONFIGURABILI E PROGRAMMABILI
  • VERSIONI PERSONALIZZATE SECONDO RICHIESTA CLIENTE

COME GESTIRE I VALORI RILEVATI DA SENSORI, SONDE, MISURATORI O TRASMETTITORI? QUANTE E QUALI SOLUZIONI?
  • Per applicazioni portatili o trasportabili

    Visualizzare :
    strumenti anche multicanali a batteria con indicatore incorporato.
    Memorizzare: strumenti anche multicanali a batteria con possibilità di memorizzare i valori su memoria non volatile. Trasferire i dati su un pc portatile in campo o stazionario, in ufficio o in laboratorio:
    In tempo reale, strumenti anche multicanali con uscita seriale RS232 collegabile direttamente a qualsiasi computer IBM compatibile. Direttamente se in campo, tramite modem se remoti secondariamente a rilevazione terminata. In un secondo tempo tramite memorizzazione, sempre tramite un interfaccia RS232 che però scaricherà i dati da un memorizzatore o da una cartolina estraibile.
    Sistema molto comodo per campagne di misura all'aperto o all'interno di stabilimenti. Questi memorizzatori possono essere anche coibentati per sopportare alte e basse temperature, alte e basse pressioni, vibrazioni, urti. Possono essere certificati per zone pericolose, per rilevazione di profili termici in forni a tunnel o autoclavi, per verifica delle condizioni subite da un involucro durante il trasporto per temperature, umidità ed urti, verifica di perdite o rendimenti in reti gas e acqua.

  • Per esecuzioni stazionarie

    Visualizzare: con indicatori digitali mono e multicanali programmabili o a barre locali o remoti; con schermi tramite pc.
    Memorizzare: con acquisitori dati (datalogger) mono e multicanali locali o remoti con registratori a carta o con stampanti. Lavorare sul segnale per disaccoppiarlo, amplificarlo, convertirlo da analogico a digitale con moduli analogici, moduli programmabili, trasmettitori intelligenti.

PER PIŁ PUNTI DI MISURA VI SONO DIVERSE SOLUZIONI?
  • Collegamento di ogni sensore,sonda o trasmettitore,con singoli indicatori registratori o pc utilizzando linee analogiche (es. 4-20ma) o digitali (es. RS232).
  • Collegamento di tutti i sensori,sonde o trasmettitori ad indicatori-registratori multicanali o a personal computer con schede di multiplexer incorporate.
  • Collegamento di singoli o gruppi di sensori,sonde, trasmettitori a moduli intelligenti di conversione, linearizzazione conversione ed interfacciamento a rete di comunicazioni a 2 fili (es. RS485). Salvo particolari applicazioni, questa soluzione presenta particolari vantaggi quali, flessibilità, espandibilità, ridotto costo di cablaggi e stesura cavi, precisione e immunità a disturbi.

QUALE PROTOCOLLO DI COMUNICAZIONE SCEGLIERE?
Per le reti di comunicazione sono necessari dei protocolli, cioè dei linguaggi tramite i quali avviene il passaggio di informazioni tra i vari moduli e le unità di supervisione.
Da anni si cerca a livello mondiale ed europeo di standardizzare questi linguaggi.
La realtà è che esistono alcuni protocolli certificati, testati ed utilizzati per migliaia di Applicazioni e che danno quindi maggiori garanzie di funzionamento (es. P-NET, PROFIBUS).

Vantaggi: ognuna delle soluzioni sopra descritte è da noi attuabile, unico fornitore, suggerimenti sulla soluzione ideale per la vostra applicazione.
Applicazioni: qualsiasi applicazione industriale (supervisione, controllo automazione di processi industriali, stazioni remote di acquisizione, integrazione di sistemi).